Messaggio
  • Direttiva Europea sulla privacy

    Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalita' quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalita' potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la

    privacy policy

    Non hai acconsentito. La decisione puo' essere modificata.
kartal evden eve nakliyat küçükçekmece evden eve nakliyat küçükyalı evden eve nakliyat levent evden eve nakliyat test replika saat

Sismica

Autorizzazione simica con SIS, Legge Regionale n. 19/2008

L’ufficio simica associato dell’Unione di Comuni della Romagna forlivese (DGR ER n. 1852 del 16/11/2009), è la struttura tecnica per l’esercizio delle funzioni sismiche in modo autonomo, dei comuni di Meldola, Civitella di Romagna, Galeata, Santa Sofia, Predappio, Premilcuore, Dovadola, Rocca San Casciano, Portico e San Benedetto, Tredozio e Modigliana.

Tutto il territorio dell‘Unione di Comuni della Romagna forlivese è ricadente in zona sismica 2, zona cosiddetta a "media sismicità" pertanto tutti gli interventi ivi ubicati sono soggetti ad autorizzazione sismica (Art.11 LR n19). Sono soggetti alle disposizioni di cui al titolo IV dellaL egge Regionale n. 19 del 30 ottobre 2008 "Norme per la riduzione del rischio sismico" tutti gli interventi di nuova costruzione o interventi sull’esistente , definiti non privi di rilevanza ai fini della pubblica incolumità, (si consulti a tal proposito la  Deliberazione della Giunta regionale  n. 687/2011 ).

Si ricorda che tutti gli interventi di nuova costruzione,   compresi gli interventi privi di rilevanza ai fini della pubblica incolumità,  sono comunque soggetti a collaudo statico  e ,se realizzati in conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica, sono soggetti a denuncia dei lavori di cui all’art.65 DPR 380/2001.

La presentazione delle pratiche di autorizzazione sismica, ai sensi dell’art. 11 della LR 19/2008, e dei depositi sismici riguardanti l’abbattimento di barriere architettoniche, di cui all’art. 17 della LR 19/2008, si effettuata unicamente attraverso il Sistema Informativo Sismica (SIS) della Regione Emilia-Romagna. 

Il sistema S.I.S. è raggiungibile all’indirizzo web https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/SIS/

Le istruzioni per l’accesso sono presenti nel sito della Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo S.I.S. Professionisti .

I moduli principali necessari all'invio della pratica digitale sono i seguenti : Istanza, Dichiarazione bolli, Delega rapporti con la struttura, Procura speciale;

Altra modulistica è reperibile sul sito regionale all'indirizzo web sopra citato.

Modulisitca mancante:  -Relazione struttura ultimata,   Modulo bolli virtuali

Il termine d'inizio dell'istruttoria sismica ( 60 gg ) si intende iniziato dalla data d'accettazione della pratica, come indicato nella pagina del S.I.S.

Diritti e bolli vituali

Per ogni Istanza sono necessari

- n.2 marche da bollo da 16,00 € ,  prefibilmente assolte in maniera virtuale con versamento su c.c. postale n.7232899, causale " Bollo Virtuale - ID SIS -  richiedente Cognome Nome ",   oppure  dovranno essere annullate con l'apposito modulo predisposto dalla regione Emilia Romagna;

- il pagamento del rimborso forfettario, intestato a Unione di Comuni della Romagna Forlivese Servizio Associato Sismica specificando la seguente causale “L.R. n. 19 del 2008 - Rimborso forfettario per istruttoria della progettazione strutturale”, su c.c. postale n. 7232899 ( o con bonifico bancario IT 82 R 07601 132000 00007232899). L' importo del rimborso forfettario è definito secondo il prospetto contenuto nella D.G.R. E.R. n.1804/2008: 

Nuova costruzione

Euro 480

Interventi di adeguamento con ampliamento

Euro 480

Interventi di adeguamento con sopraelevazioni

Euro 480

Altri interventi di adeguamento

Euro 360

Interventi di miglioramento

Euro 360

Interventi di riparazione o intervento locale

Euro 360

Varianti sostanziali a progetti autorizzati

Euro 180

N.B.: Gli importi relativi alle varianti sostanziali sono raddoppiati dalla terza variante presentata al progetto originario. Gli importi indicati nella tabella sono maggiorati del 30% per le pratiche che richiedono un’attività istruttoria di maggiore impegno. L'avvenuto versamento del rimborso forfettario è accertato nell'ambito della verifica di completezza e regolarità della documentazione di cui all'art. 12, comma 3, e all'art. 13, comma 3, della L.R. n. 19 del 2008.

L'autorizzazione sismica ha validità per cinque anni, a decorrere dalla data di comunicazione al richiedente del rilascio. Essa decade a seguito dell'entrata in vigore di contrastanti previsioni legislative o di piano ovvero di nuove norme tecniche per le costruzioni, salvo che i lavori siano già iniziati e vengano completati secondo quanto stabilito dalla vigente normativa.

Per ogni chiarimento in merito all'inoltro telematico delle pratiche sismiche è consultabile il sito della regione: https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/SIS

Contatti :

HelpDESk SIS – dal lunedì al venerdì dalla 9.30 alle 12.30

tel .0515278581 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ricevimento ing. Casadei Rossi Nicola :  Martedì 8.30-12.30 ( Prenota una appunatmento con Gmail )

    • tel.: 0543 926015,

 

Note e indicazioni uitli 

Collaudo statico.

Al momento il collaudo statico è regolato dal D.M. 14.01.200 (NTC 2008) al capitolo 9, emanato in forza delle leggi n. 1086/71, n. 64/74 e del D.P.R. n. 380/2001. Riguarda il giudizio sul comportamento e le prestazioni delle parti dell’opera che svolgono funzione portante.

Indipendentemente dal materiale impiegato, le Norme Tecniche per le Costruzioni ne estendono l’obbligo “a tutte le parti dell’opera che svolgono funzione portante” (ad es. in legno, muratura, calcestruzzo semplice, opere geotecniche ecc.). Tale estensione non comprende però, ovviamente, le procedure regolate dal Testo unico D.P.R. n.380/2001 e dalla legge n° 1086/71 che si applicano unicamente nei casi esplicitamente previsti alle strutture in c.a., c.a.p. e metalliche.

Tutte le opere di nuova costruzione che comprendono parti che svolgono funzione portante “non possono essere poste in esercizio prima dell’effettuazione del collaudo statico. “

 

 Bolli virtuali.

La marca da bollo per le pratiche telematiche deve essere assolta tramite versamento del valore vigente sul c/c postale n. 7232899 ( o con bonifico bancario IT 82 R 07601 132000 00007232899), specificando come causale" Bollo Virtuale - ID SIS -  richiedente Cognome Nome ".

Alla pratica (o documento) telematica si dovrà allegare la ricevuta del versamento, compilare il relativo modulo, indicando gli adempimenti per i quali si è versata l'imposta di bollo , e firmare infine il tutto digitalmente.

L'imposta di bollo è di € 16,00 per ogni foglio: un foglio è formato da 4 pagine , per pagina si intende una facciata scritta , ogni foglio può contenere al massimo 100 righe. La tassazione unitaria “per foglio” presuppone che ogni foglio non ecceda le 100 righe; in caso contrario è necessario applicare la tassazione unitaria ogni 100 righe o frazione di esse.

 Copia cartacea.

Al momento il S.I.S., ad avvenuta accettazione  della  pratica inserita, restituisce al procuratore una ricevuta nella quale viene indicato di portare una copia cartacea. Ciò è errato e la nostra struttura non vuole assolutamente alcuna copia cartacea della documentazione; infatti, nell'accettazione dell'incarico di procuratore speciale, è il procuratore stesso che si assume l'impegno  di conservare l'originale cartaceo, debitamente sottoscritto , della documentazione inserita nel SIS. Si prega pertanto di ignorare il messaggio contenuto nella ricevuta del SIS.

Normativa.

La disponibilità, la gestione, l'accesso, la trasmissione,  la conservazione e la fruibilità dell'informazione in modalità digitale, è regolamentata dal CAD , Codice Amministrazione Digitale ,di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, e dalle Regole Tecniche di cui all'art. 71 del CAD.

Firma digitale.

Con firma digitale si intende un particolare tipo di firma elettronica avanzata che consente al titolare e al destinatario , rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l'integrità di un documento informatico.    La firma digitale è il risultato di una procedura informatica – detta validazione – che garantisce l’autenticità e l’integrità di documenti informatici.  La firma digitale possiede le seguenti caratteristiche:

  • autenticità: la firma digitale garantisce l’identità del sottoscrittore

  • integrità: la firma digitale assicura che il documento non sia stato modificato dopo la sottoscrizione

  • non ripudio: la firma digitale attribuisce piena validità legale al documento, pertanto il documento non può essere ripudiato dal sottoscrittore

 Le firme digitali dei professionisti, in particolare, devono contenere la certificazione di ruolo del professionista, corrispondente all'abilitazione professionale (equivalente del timbro professionale); nel caso non fosse disponibile è necessario aggiungere alla pratica un documento di autocertificazione di regolare iscrizione all'albo professionale, firmato digitalmente.

Documento informatico

Con documento informatico si intende la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti; il documento analogico è , al contrario, la rappresentazione non informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti;   il documento informatico, utile ai fini della rappresentazione della pratica sismica, è formato essenzialmente mediante una delle seguenti principali modalità:

- redazione tramite l’utilizzo di appositi strumenti software;

- acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico, acquisizione della copia informatica di un documento analogico;

Il portale SIS gestisce unicamente file con estensione tipo *.pdf.p7m , ottenuti da file tipo *.pdf , firmati digitalmente in formato tipo *.p7m, che a fine processo di formazione fornisce un file del tipo *.pdf.p7m .   Pertanto, sarà necessario, ai fini della presentazione della pratica sismica telematica, acquisire le copie informatiche dei documenti analogici sottoscritti da soggetti senza firma digitale, e sottoscrivere le copie informatiche così ottenute con firma digitale del procuratore per validazione. (N.B.: il procuratore deve conservare agli atti le copie cartacee di tutti i documenti informatici trasmessi, sottoscritti dal delegante e/o da altri soggetti firmatari non in possesso di firma digitale )

Posta elettronica certificata (PEC)

Con posta elettronica certificata (PEC) si intende un sistema di comunicazione in grado di attestare l'invio e l'avvenuta consegna di un messaggio di posta elettronica e di fornire ricevute opponibili ai terzi.    La trasmissione telematica di comunicazioni che necessitano di una ricevuta di invio e di una ricevuta di consegna avviene mediante la posta elettronica certificata; la data e l'ora di trasmissione e di ricezione di un documento informatico trasmesso con posta certificata sono opponibili ai terzi.  Pertanto nel quadro normativo italiano la Posta Elettronica Certificata costituisce l’analogo elettronico della posta raccomandata con Avviso di Ricezione.   Inoltre un documento informatico, in assenza di marcatura temporale specifica, attraverso l'invio mezzo PEC acquisisce valenza temporale (data ed ora di ricezione) opponibile a terzi.

Al momento il portale SIS non fornisce certificazione della data d'invio della documentazione, pertanto, sulla base di quanto sopra esposto a tal fine è necessario che:

1- L'inserimento di elaborati (integrazioni volontarie, integrazioni specifiche), successivo all'accentazione della pratica inserita nel portale del SIS, dovranno essere sempre accompagnati dall'invio della medesima documentazione, tramite PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , al fine di acquisire data certa di trasmissione.

2- Tutte le comunicazioni /adempimenti successivi al rilascio dell'autorizzazione, prima di essere inseriti nel portale del SIS, per acquisire data certa d'invio e di comunicazione, dovranno essere inviati tramite PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .,( è opportuno inserire anche la mail di avvenuta consegna della comunicazione nella documentazione presente nel SIS)

 

 

NELLA PRATICA ...VEDIAMO COME REALIZZARE GLI ELABORATI PER LA PRATICA DIGITALE

 

A) Moduli ed elaborati sottoscritti in originale da soggetti senza firma digitale( es. il tecnico non ha firma digitale)

1 - acquisire in formato digitale per immagine tipo *.pdf, il documento cartaceo debitamente compilato e firmato dai soggetti indicati e senza firma digitale;

2 - aggiungere copia di un documento d'identità dei soggetti firmatari,

3 - apporre la firma digitale del procuratore in formato .p7m

4 - caricare il file dell'elaborato nel portale.

 

B) Moduli ed elaborati in formato non scansionabile e sottoscritti in originale da soggetti senza firma digitale

1 - acquisire in formato digitale tipo *.pdf, l'elaborato o l'allegato da caricare sul portale del S.I.S. ;

2 - acquisire in formato digitale per immagine tipo *.pdf, il fronte spizio del documento analogico (cartaceo)

debitamente compilato , firmato dai soggetti indicati e senza firma digitale;

3 - unire i due diversi file *.pdf ottenuti con le procedure precedenti in uno unico;

4 - aggiungere copia di un documento d'identità dei soggetti firmatari, tutto in un file di formato tipo *.pdf ;

5 - apporre la firma digitale del procuratore in formato *.p7m  ;

6 - caricare il file dell'elaborato nel portale .

 

C.1) Il tecnico ha la firma digitale ma priva di “certificato di ruolo” (equivalente digitale del timbro professionale)

 

a) il tecnico ha firmato in originale gli elaborati cartacei

1 - acquisire in formato digitale il documento da caricare sul portale del S.I.S. , con timbro e firma del tecnico ;

2 - apporre la firma digitale del tecnico in formato *.p7m

3 - apporre la successiva firma digitale del procuratore in formato *.p7m

4 - caricare il file dell'elaborato nel portale.

 

b) il tecnico non ha firmato in originale gli elaborati cartacei

1 - acquisire in formato digitale tipo *.pdf, l'elaborato o l'allegato da caricare sul portale del S.I.S.

2 - allegare al file, prima ottenuto, la scansione di una dichiarazione di iscrizione all’Ordine/Albo recante firma autografa e timbro professionale, tutto in formato digitale tipo *.pdf

3 - apporre la firma digitale del tecnico in formato *.p7m

4 - apporre la successiva firma digitale del procuratore in formato *.p7m

5 - caricare il file dell'elaborato nel portale.

 

D) Il tecnico ha la firma digitale completa di “certificato di ruolo”

1 -  acquisire in formato digitale tipo *.pdf, l'elaborato o l'allegato da caricare sul portale del S.I.S. ;

2 - apporre la firma digitale del tecnico in formato *.p7m  ;

4 - apporre la successiva firma digitale del procuratore in formato *.p7m  ;

5 - caricare il file dell'elaborato nel portale.

 

Unione di Comuni della Romagna forlivese
test